DISASTRO PONTE MORANDI DI GENOVA

PONTI A BRIVIDO IN ITALIA

CONSIDERAZIONI PRELIMINARI

LA DICHIARAZIONE DE ENZO PIANO SU REPUBBLICA

Non è certo colpa della casualità né della topografia della fragile Genova. Io non so cos’è accaduto, posso dire però che non credo al fatalismo che considera incontrollabile l’anarchia della natura, dei fulmini e della pioggia. I ponti non crollano per fatalità. Nessuno dunque venga a dirci che è stata la fatalità”. Lo afferma l’architetto genovese Renzo Piano

GUARDATE QUESTO VIDEO A POCHI SECONDI DAL CROLLO

Saverio Ferrari, uno degli ingegneri che ha costruito il ponte Morandi, spiega le ragioni del crollo a Genova: “Il collaudo nel ’67 era stato effettuato con le motrici Fiat, nel ’79 sono arrivati gli autotreni, quindi la portata è aumentata notevolmente”. L’ingegnere punta il dito contro il tipo di manutenzione effettuata nel corso degli anni: “Sono passato parecchie volte sul ponte e ho sentito le vibrazioni del piano stradale, proprio dove c’erano le giunture. Denunciai queste oscillazioni all’ufficio progettazione della società Morandi, mi risposero che non c’erano i soldi per sistemarlo”. L’ingegnere stima anche i tempi di costruzione del nuovo ponte: “Ci vorranno tra i 24 e i 30 mesi

Verso il 35simo secondo si può notare una crepa sull’asfalto, è in basso a terra in verticale, me lo hanno fatto notare persone che hanno visionato il video.

Noi sono 11 anni che passiamo da questo ponte per portare mia figlia spesso al Gaslini di Genova a fare le visite periodiche per via della sua disabilità. L’ultima volta invece siamo passati proprio due giorni fa mentre andavano in vacanze. Una tragedia che poteva colpire chiunque. Questo appunto è un filmato ripreso il 12 agosto 2018 dalla mia dashcam montata in auto. Magari non serve, ma se le autorità volessero il filmato in originale con risoluzione FullHD sono disponibile a fornirlo in quanto ho salvato la copia originale.

Continuano le ricerche da parte dei vigili del fuoco delle persone coinvolte nel crollo del ponte Morandi a Genova.

Nel video, le nuove riprese dall’elicottero due giorni dopo la tragedia

ULTERIORI COMMENTI

ANCHE IL PROGETTISTA MORANDI AVEVA FATTO DELLE CONSIDERAZIONI DI PERICOLO

IN ITALIA VI SONO 10.000 PONTI CON REVISIONI SCADUTE

ECCOLE MODERNE TECNOLOGIE PR LA COSTRUZIONI DEI PONTI

~ di melgigi su agosto 17, 2018.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: