CLAUDIO MORTINI VIDEO

SEMPLICEMENTE MERAVIGLIOSI

La primavera … la stagione del risveglio. La natura si risveglia, c’è tanta voglia di sole, luce, di verde. E’ la stagione con dei colori allegri, brillanti. Colori caldi luminosi. Alberi in piena fioritura, colore d’ovunque. Un’esplosione di colori, ma tutti toccati dal giallo dei raggi di sole. Il verde brillante dell’erba è dappertutto.

L’Umbria verde, si tinge d’oro! Lo spettacolo si vede nelle nostre campagne, nel torrido luglio. Il fieno, il grano,i girasoli si mostrano al meglio in tutto il loro splendore.
Il Girasole, è’ un fiore che ha origini antiche: nell’America settentrionale sono stati trovati resti di questo fiore che risalgono a tremila anni prima di Cristo. Gli Indiani d’America lo consideravano una pianta sacra in quanto consentiva all’uomo di farne molteplici usi. In Perù è l’emblema del Dio Sole.

I COLORI DEL CIELO

Il cielo è un dipinto sempre diverso, che esiste nella semplicità di tutti i giorni, ed è per questo il miglior amico di un poeta.

ECCO COME VEDE LA NOSTRA PUGLIA

La mole spoglia e possente di Castel del Monte, alta 25 metri, si staglia sulla sommità di un colle da cui si dominano le Murge a 55 chilometri da Bari e vicino ad Andria. Fu fatto costruire da Federico II nel 1240 ed ha una particolarissima pianta ottagonale con ai lati altrettanti torrioni, pure ottagonali.
Considerato il più bel castello di caccia d’Europa ed anche uno dei primi e più puri esempi di gotico nell’Italia meridionale, fu fatto costruire da Federico II a partire dal 1240. Secondo alcuni studiosi di esoterismo presenta caratteristiche inquietanti: in origine era infatti lontano da ogni via di comunicazione e, privo com’era di stalle e cucine, non poteva certo offrire alcun asilo prolungato. È inoltre perfettamente orientato sui solstizi e sugli equinozi. La sua pianta ottagonale fa pensare che il sistema “ottonario” (il continuo richiamo del numero otto) ha molti significati esoterici nella tradizionecristiana: secondo teorie cabalistiche, il nome di Gesù dà la somma di 888. Il vero richiamo di Castel del Monte è costituito dalla sua essenziale e maestosa architettura: l’eccezionale castello è infatti formato da una pianta ottagonale con otto torrioni, pure ottagonali, sugli spigoli. È alto 25 metri e si staglia in cima a un colle alto 600 metri. Otto sono le stanze inferiori e altrettante quelle superiori che sono comunicanti e convergono alla sala del trono; quelle inferiori invece comunicano fra loro soltanto attraverso un cortiletto. Un tempo le pareti del castello erano rivestite di marmi, mosaici e tappeti orientali ma nel corso degli anni vandalismi e saccheggi hanno completamente spogliato Castel del Monte che conserva comunque intatto il suo inquietante fascino.

ALBEROBELLO

Una terra generosa, dalla vegetazione profumata percorsa di mulattiere segrete, circonda il famoso comune pugliese di Alberobello. Situato in provincia di Bari e abitato da circa 11 mila persone, il piccolo borgo è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1996, grazie alle particolarissime abitazioni che ne costellano il territorio: i trulli

UNA SUA STUPENDA FOTO

Tutti i suoi Video: https://plus.google.com/103480527663128102831/posts


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: