FELTRI ATTACCA RENZI

 

 

Vittorio Feltri attacca Matteo Renzi. In un editoriale di fuoco su Il Giornale, Feltri punta il dito contro il premier e le sue false promesse che sa già di non poter realizzare. I toni di Feltri sono durissimi. Prima attacca il governo e iminsitri di Matteo: “I tuoi ministri ti assomigliano: belle statuine, ragazzi illusi che sia sufficiente essere investiti di una carica per dimostrare di meritarla. Finora tu e i tuoi boy scout vi siete distinti per la vostra assenza. Non ci siete, e se ci siete dormite. Non avete firmato un solo provvedimento degno di nota. La legge elettorale si è già ridotta a uno scarabocchio”.
Solo parole Poi impallina direttamente Matteo: “Tu, Matteo, sei un politico, uno statista, un pubblicitario o un uomo marketing? L’azienda Italia richiede interventi energici. Tu, viceversa, ti accontenti di essere un testimonial. I tuoi non sono provvedimenti, ma spot televisivi che piacciono alle mamme e non soddisfano i papà, perché la loro busta paga rimane povera e falcidiata dalle tasse, dal cuneo (che non è una città piemontese, ma una porcata), da ogni sorta di trattenute e pertanto è insufficiente a far sbarcare il lunario alle famiglie”.
Discorsifuffa Inoltre Feltri ricorda i discorsi di Renzi alla Camera e al Senato e li bolla come “fuffa”: “Ricordo i tuoi discorsi in Parlamento quando cercarvi di ottenerne la fiducia. Eravamo tutti incantati dalle tue affabulazioni. I titoli del programma solennemente annunciato al popolo promettevano un futuro radioso. Parecchia gente ha creduto alle tue ciance: realizzeremo una riforma al mese cosicché alla fine dell’anno avremo risolto ogni problema nazionale. Però, pensammo, che personaggio fantastico è emerso dal mucchio selvaggio dei politici! Costui ci salverà, ci riporterà a galla, e gliela faremo vedere noi alla Merkel. E mo’?”.
Sei zero” – Infine una bordata finale che di fatto boccia su tutta la linea il neo-premier: “Non possiamo affermare che la tua leadership ci faccia pena. Questo no. Però ci preoccupa. Fa sorgere il sospetto che tu sia uno zero. Ma uno zero così tondo da apparire sciocco come la luna”.

LA NOTIZIA E APPARSA  SU: “LIBERO QUOTIDIANO” il 10.03.2014

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: