GESU’ ERA UN EXTRA TERRESTRE ?

DIPINTI E PITTURE CHE SEMRBA VOGLIANO TESTIMONIARLO

Non solo, noi stessi siamo extraterrestri : “D’altra parte, i grandi capi di stato sono stati in contatto con loro sin dagli anni ’40, noi siamo il risultato della loro creazione”. Le entità aliene non hanno bisogno di prendere possesso del nostro corpo, sono estremamente evolute e sviluppate per essere in grado di comunicare e manipolare le nostre menti senza dover necessariamente prendere possesso del corpo. Questa potrebbe essere la più grande influenza a distanza sull’umanità, l’impianto di una credenza nella nostra specie, una credenza di origine extraterrestre. Certo, la fede ha indottrinato tutto e quindi ha usato la storia come mezzo per manipolare le masse. Due anni fa, Papa Francesco ha anche fatto una pazza dichiarazione che è stata ignorata in silenzio: “Dobbiamo portare nei nostri cuori gli insegnamenti di uno strano essere il cui nome era Gesù”. Nel Vangelo stesso, quello di Giovanni, c’è una frase di Gesù: “Non sono di questo mondo, dove vado non puoi venire. Vengo da lassù, vieni da quaggiù. Più chiaro di quello? Se il Papa ha detto una cosa del genere, è solo perché sa che prima o poi ci sarà il contatto con questi esseri. E lo sarà prima che dopo. Rivelazioni che danno un nuovo contributo a varie teorie cospirative ? Pertanto, gli alieni non esistono solo, ma noi stessi scendiamo da loro: Gesù era un extraterrestre? La domanda sembrerà quasi blasfema, ma questo è esattamente ciò che i teorici della cospirazione stanno chiedendo sulla base della traduzione dei versetti di un manoscritto copto. Nella Bibbia, infatti, anche se molto è stato detto a riguardo, l’aspetto di Gesù non è mai stato descritto, ed è proprio in questo dettaglio che la teoria è centrata. Secondo gli esperti, durante un pranzo tra Ponzio Pilato e Gesù, quest’ultimo scomparirebbe gradualmente, diventando etereo, per poi riapparire ore dopo. In altri episodi, descritti questa volta nella versione canonica della Bibbia, Gesù avrebbe potuto cambiare aspetto, a volte mostrandosi come un bambino, a volte come un anziano. Tutto ciò ha reso i teorici della cospirazione pensano che fosse un ibrido, concepito da un essere umano e da un alieno. L’ipotesi della natura aliena di Gesù è davvero molto difficile da credere. Molto spesso dai dipinti dei pittori degli ultimi secoli, osserviamo dettagli scioccanti e misteriosi che per i teorici della cospirazione proverebbero che gli alieni sono già atterrati sulla Terra. Questa situazione è stata ripetuta anche nel dipinto di Aert De Gelder, il Battesimo di Cristo, dipinto nel 1710, quasi 300 anni fa. Secondo i cospiratori, la foto contiene la prova che gli alieni erano testimoni del battesimo di Gesù. Non sono le prime notizie su Cristo o sulla Bibbia che i teorici della cospirazione interpretano come relazionati agli alieni. Si afferma anche che la nascita di Gesù, come riportato nelle Sacre Scritture, omette dettagli chiave, come la cometa, che non era altro che un traghetto Pleiadiano con supporto medico che osservava la nascita, irradiando Maria con particelle gamma per permetterle un nascita sicura. Pertanto, Gesù era un Pleiadiano a tutti gli effetti, e sebbene sia nato da una donna umana, conserva tutte le caratteristiche genetiche e psicosociali della sua specie aliena. Grazie ai suoi poteri psico-cosmici riuscì a catturare la popolazione, diffondendo la parola delle stelle, che fu comunicata dall’alto dai suoi genitori Pleiadiani: la sua missione era quella di diffondere l’amore celeste all’umanità. Gesù, quindi, rappresenta la prima figura di contatto storicamente documentata, e l’unica con una doppia natura, cioè il contatto e la figura aliena allo stesso tempo. Era il destinatario della conoscenza galattica di Pleiade, capace di ricevere e comunicare il messaggio celeste nella sua interezza. Nel perduto vangelo apocrifo di Gianmaria troviamo una dettagliata testimonianza di come il Santissimo Gesù ha comunicato i suoi messaggi celesti agli apostoli: “E lui ci accolse con il suo calore vibrante nella tenda, noi umili discepoli, privati ​​delle nostre vesti, nudi davanti a Dio, immersi nella sua luce calda”. “Il nostro maestro ci ha irradiato il suo santo verbo, il suo abbraccio dietro di noi, come una lancia infuocata che penetra nella carne, la sua conoscenza è entrata in ognuno di noi riempiendoci di gioia e piacere. Infine, la morte di Gesù non avvenne sulla Terra, ma nelle Pleiadi 237 anni dopo, perché sopravvisse alla crocifissione e grazie alle “risorse” di tecnologie extraterrestri e dopo l’ultima cena con i suoi amati apostoli, se ne andò. Esiste un UFO che illumina Gesù in un dipinto?

Il Battesimo di Cristo di Aert De Gelder, dipinto nel 1710, ha sorpreso i cacciatori extraterrestri perché sembra mostrare un UFO sopra Gesù. Infatti, nella figura, Giovanni Battista, è con Gesù Cristo nel fiume Giordano a battezzarlo dinanzi a una grande folla. Sopra di loro c’è un oggetto che invia un raggio di luce su Gesù e il Battista. L’oggetto in questione, tuttavia, non è il Sole, ma piuttosto sembra una grande astronave che invia un enorme raggio di luce a entrambi per illuminarli. L’oggetto in questione non può essere il Sole, perché sembra metallico e ha una forma molto simile a quella di un disco volante, circolare e luminoso, che oggi molti testimoni di tutto il mondo puntano senza poter dare una spiegazione.

FONTE: Mystery.tv un sito che si occupa di credenze alternative basate su un approccio di speculazione razionale.


 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: