NEMICI DELLA RETE

. . . PARTENDO DALLA MIA . . .

guardate da che visioni 

POTREMMO

ESSERE PRIVATI

E NON POTER AMMIRARE PIU’ ANTICHI E BELLISSIMI LUOGHI

 

Internet più libero, accessibile sempre, e al sicuro dalle censure da parte degli Stati: è quello che propone la nuova strategia web del Consiglio d’Europa, approvata oggi dai suoi 47 governi membri. La ‘Guida ai diritti degli internauti’ vuole “assicurare a tutti la possibilità di accedere a internet in ogni circostanza e non soggetto ad interruzioni arbitrarie” da parte dei governi. L’obiettivo è prevenire la censura della rete da parte dei governi. Anche in Europa infatti ci sono alcuni casi di  controllo forzato sul web e questo limita la libertà dei singoli di reperire o diffondere informazioni attraverso il mezzo più “libero” del mondo. Per questa ragione potrebbe essere chiesto agli Stati membri di introdurre controlli per prevenire l’esportazione di tecnologie  atte a permettere a stati terzi di “chiudere o limitare l’accesso a internet”. Il provvedimento del Consiglio d’Europa vuole anche dare agli internauti strumenti per ricorrere contro eventuali violazioni sia nei confronti dei governi che degli operatori internet. Nei prossimi quattro anni, il Consiglio d’Europa dovrà assicurare, attraverso strumenti legali ad hoc, che internet rimanga una piattaforma aperta a tutti e inclusiva oltre che sicura, dove agli utenti venga garantito il massimo di diritti e servizi con il minimo di restrizioni. La Corte di Strasburgo ci tiene anche a rafforzare la protezione dei dati personali e la privacy, lotta alla pirateria, promozione della democrazia e della diversità culturale.

La libertà di Internet è minacciata. E non solo dalle dittature. Certo la Cina è un grande laboratorio mondiale dove si sperimentano le tecniche più sofisticate di censura. Ma anche nel resto del mondo si moltiplicano i segnali d’allarme. Dall’India, alla Korea del Sud, all’Australia, con la motivazione della lotta alla pedopornografia, si stanno introducendo filtri e regole che limita la libertà di navigare. In Europa la situazione è più complessa. In Francia sono state introdotte norme restrittive per quanto riguarda il copyright. In Italia si discute di nuove regole per l’informazione. Dagli operatori più avvertiti arriva un grido d’allarme: Internet è il regno della libertà, sottoporla a vincoli equivale a sterilizzarne completamente la funzione primaria. Sullo sfondo c’è il grande scontro tra Stati Uniti e Google da una parte e Cina dall’altra. Non si tratta di prendere partito a favore di uno dei due contendenti, il vero problema è capire che la libertà va difesa da tutte le ingerenze: dal potere autoritario come dagli interessi commerciali (di Roberto Reale)

Ecco cosa ci Da

ARTE SCIENZA E DIVULGAZIONE

BELLEZZA

CI HANNO GIA’ VISITATI

IL MIO SOGNO NEL WEB

NATURE

ARTE SCIENZA E DIVULGAZIONE

MERAVIGLIOSI FILMATI

IN VISIONE SUPER HD


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: