NIBIRU

 

Sea Surface Temperature map 

ECCO PERCHE’ LA PROFEZIA MAYA NON SI E’ VERIFICATA

CHI HA PAURA DELL’APOCALISSE ?

21.12.2012 LA FINE DEI TEMPI

 

La prima volta che mi sono imbattuto nella data “21 dicembre 2012” fu, se non ricordo male, nell’anno 2006…
Ovviamente per persone come me, e sicuramente come molti di voi, è difficile non cedere al fascino di questa data

                                                    LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

PREMETTO CHE PER ME IL 21.12.2012 NON SUCCEDERA’ NULLA

INFO NIBIRU

Negli ultimi tempi, attraverso il mondo di internet, si sta sempre più divulgando l’idea che un secondo Sole possa presto fare la sua comparsa nella nostra incantevole volta stellata. Certamente non è una novità…questa idea altro non sarebbe che una sorta di versione rivisitata ed evoluta della teoria riguardante l’imminente ritorno del Pianeta X, Nibiru

LA NASA NASCONDE LE PROVE DEL’ESISTENZA DEL PIANETA NIBIRU ?

Esiste un complotto per non salvare la Terra dall’apocalisse.

Ecco la posizione ufficiale dell’agenzia spaziale statunitense.

COSI’ TRATTA L’ARGOMENRO FOCUS SUL SUO SITO

ULTERIORI IN FORMAZIONI SU FOCUS

Un video pubblicato nell’estate del 2008 su Youtube mostra un uomo nella propria cucina mentre asserisce che uno degli oggetti scoperti da un telescopio a raggi X della NASA è Nibiru. Quali sono le sue prove? Siccome quest’immagine a raggi X in falso colore pubblicata dalla NASA è blu, deve trattarsi in realtà di un pianeta vicino che ha un oceano. La cosa sarebbe esilarante, se non venisse sfruttata per spaventare la gente.
 

TEMPESTE SOLARI 

STUDIO NASA DIRAMA ALLARME TEMPESTA SOLARE NEL 2012

Una recente relazione (dossier di 145 pagine) eseguita per la NASA e l’ESA dalla US National Academy of Science (Accademia Nazionale di Scienze USA) sembra in sintonia con la sempre più apocalittica previsione per il 2012. Una catastrofica tempesta solare è prevista nel corso dell’anno 2012 e metterebbe a repentaglio quasi tutti i sistemi viventi sulla Terra.

E’ la prima volta che alcuni scienziati della NASA cominciano a credere alle Profezie dei Maya e degli Hopi. Questi popoli avrebbero predetto che la fine della Quinta Era (quella attuale) o l’Era del Quinto Sole sarebbe terminata con una grande tragedia cosmica. E infatti come detto la NASA ha pubblicato tramite l’Accademia Nazionale delle Scienze, un dossier preoccupante che noi pubblichiamo di seguito. In questo dossier si parla esplicitamente dei rischi potenziali per una serie di eventi catastrofici che avverranno entro il 2012. Questi eventi verranno caratterizzati da bombardamenti di vere e proprie tempeste solari e di sciami meteoritici. Ecco i perché delle basi sotterranee e della raccolta di sementi che vengono conservate presso l’Isola di Svalbard, nessuno ci aveva pensato? Il tunnel costruito alle Svalbard è situato a metà strada tra la Norvegia e il Polo Nord, ha la capacità di contenere 4,5 milioni di diversi campioni di sementi. Dal momento che ogni campione contiene in media 500 semi, circa 2,25 miliardi di semi possono essere contenuti. Esse si trovano nella regione artica di stoccaggio nel caso di un futuro disastro che potrebbe eliminare le colture alimentari. La posizione è stata accuratamente scelta per prestare la massima protezione per i semi. I sotterranei sono stati costruiti in un lungo tunnel di 120 metri all’interno di una montagna, a circa 130 metri sopra il livello del mare, e del permafrost che è la roccia che fa da  spessore in modo che i campioni restano congelati, anche senza elettricità.
Nel 2012 minaccia di ripetersi il potente fenomeno magnetico che nel 1859 mandò in tilt le telecomunicazioni: dall’elettricità al telefono ai sistemi di sicurezza, sono a rischio blackout tutti i servizi essenziali.

                                                                                         di  Maurizio Molinari

La notizia è di quelle che faranno tremare, in primo luogo, i rappresentanti duri e puri della generazione “always on”: quelli sempre connessi, via web – ovviamente wireless -, via cellulare, via bluetooth, via satellitare. Ma le conseguenze dell’allarmante scenario dipinto dalla Nasa per il 2012 minacciano, in realtà, la vita quotidiana di tutti e, addirittura, la sicurezza nazionale di qualsiasi paese dotato anche di un minimo sistema di telecomunicazioni: fra tre anni, infatti, potrebbe ripetersi l’intensa tempesta solare che nel 1859 “spense” completamente le tecnologie di comunicazione negli Stati Uniti e in Europa.  Ma se 150 anni fa ad andare in tilt furono “soltanto” le reti del telegrafo, in un mondo in cui le telecomunicazioni sono base fondante di innumerevoli attività, “una replica attuale di quell’evento potrebbe causare una devastazione economica e sociale significativamente più ampia e potenzialmente catastrofica”, affermano i ricercatori dell’Accademia nazionale delle scienze, che hanno condotto lo studio commissionato dall’ente spaziale americano. La colpa è della cosiddetta “fase attiva”, che il Sole attraversa ogni 11 anni: durante questo particolare periodo, la nostra stella può generare tempeste magnetiche più o meno potenti, capaci, a seconda della minore o maggior intensità, di mettere fuori uso i satelliti, di minacciare la sicurezza degli astronauti o addirittura, in casi eccezionali come quello previsto per il 2012, di distruggere i sistemi di telecomunicazione e quelli di distribuzione dell’energia. Quando uno di questi sistemi salta, le conseguenze a cascata sono rapide e gravi: “L’impatto della tempesta potrebbe ricadere su strutture interconnesse, con effetti devastanti: la distribuzione dell’acqua potabile in tilt in poche ore, cibi e medicine deperibili persi nel giro di 12-24 ore, interruzione immediata o potenziale del riscaldamento o del condizionamento dell’aria, dello smaltimento delle acque nere, dei servizi telefonici, dei trasporti, dei rifornimenti di carburante e così via”, prevede la Nasa. Ma quel che è peggio, scrive l’équipe diretta da Daniel Baker, direttore del Laboratorio di fisica atmosferica e spaziale dell’Università del Colorado, è che “i servizi d’emergenza potrebbero essere interrotti e il controllo sul paese completamente perso”: l’unico modo di evitare che questo avvenga è cercare di arrivare preparati all’appuntamento con questa “Katrina spaziale”, studiando in modo ancor più approfondito le tempeste magnetiche e intervenendo per rafforzare le difese delle tecnologie più delicate. “Un fallimento catastrofico delle infrastrutture commerciali e governative, nello spazio e sulla Terra, può essere mitigato incrementando la preparazione della gente su questi temi, rafforzando le strutture vulnerabili e sviluppando sistemi avanzati pre la previsione delle tempeste”, conclude la ricerca, “Senza azioni o piani di prevenzione, l’accresciuta dipendenza da tecnologie avanzate, ma sensibili ai fenomeni spaziali potrebbe rendere la nostra società molto vulnerabile in futuro”.

INFO SCIENCE NASA

http://modernsurvivalblog.com/solar-cycle/solar-superstorm-1859-it-can-happen…
http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2006/10mar_stormwarning/
http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2009/01apr_deepsolarmini…
http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2009/29may_noaaprediction/

ULTIMISSIMA

La NASA ha rilasciato un video destinato a tranquillizzare le persone riguardo il 21 dicembre 2012 – la tanto pubblicizzata data finale del calendario Maya del “Lungo computo”. Intitolato Perché il mondo non è finito ieri, il video sfata i miti proposti dai catastrofisti che cercano di fare soldi con le paure della gente. Ma perché l’agenzia spaziale si preoccupa di rilasciare un video per il 22 dicembre (vale a dire un giorno dopo il “giorno del giudizio”) una settimana prima? Il sempre vigile Alan Boyle della NBC gliel’ha chiesto e ha ricevuto questa risposta. “Il teaser del video spiega tutto: ‘La NASA è così sicura che il mondo non finirà il 21 dicembre, che hanno già rilasciato un video per il giorno dopo’ “, dice Tony Philips, scrittore ed editor per la NASA. “Mi sembrava un modo più leggero e creativo di trattare il tema rispetto ad altri che abbiamo visto. Alcune persone ne sono rimaste confuse, ma non tutte. L’approccio poco ortodosso è sicuramente un modo per cominciare la conversazione, quello era il nostro obiettivo fin dall’inizio”. (Il grassetto è mio) Mentre questo può sembrare avere un senso, mi sono stato lasciato sbattere la testa sulla scrivania. Continuo a sentire voci confuse: “Se la NASA era così convinta che il mondo non finiva il 21 dicembre, perché non hanno rilasciato un video sul 22 dicembre… il 22 dicembre? La NASA sa qualcosa che noi non sappiamo?”

LEGGETE IL DOSSIER CHE IN QUESTI GIORNI E’ IN MANO ALLA NASA E L’ESA

PLANET X 

http://www.scribd.com/doc/10043419/UFO-Blogger-NASA-Catastrophic-Sun-Storm-Possible-by-2012
 IL DOCUMENTO E’ STATO RIMOSSO

FONTE: http://www.segnidalcielo.it/nasa_catastrofe_2012.html

 Di seguito un interessante articolo uscito su Segnidalcielo.it
Allarme della Nasa: la Terra sta per attraversare i detriti di un misterioso asteroide. Il picco della pioggia di meteoriti Geminidi è previsto per il 13 e 14 Dicembre ed è la più intensa dell’anno, essa si protrae per giorni ed è ricca di bolidi che possono essere visti da ogni punto del globo terrestre. Come ogni anno, nel periodo di Dicembre infatti, la Terra passerà attraverso un flusso di detriti rilasciati da uno strano oggetto che alcuni astronomi definiscono “cometa rocciosa”…il suo nome è: 3200 Phaethon
LEGGI QUI’ L’ARTICOLO COMPLETO

 http://www.segnidalcielo.it/2012/12/04/allarme-della-nasa-la-terra-sta-per-at…

VIDEO NASA

La parole di Charles Bolden dicono tutto e dicono niente…e il problema è proprio questo…non trovano una vera collocazione. Questo mese la Terra attraverserà il flusso delle Geminidi producendo 120 meteore ogni ora. Questo corpo spaziale splendente, 3200 Phaethon, ha forse cambiato leggermente la propria orbita e si troverà quindi più vicino del solito alla Terra nel periodo di Dicembre? 3200 Phaethon potrebbe essere addirittura un corpo ben più grande di quanto gli scienziati credevano…può forse avere un collegamento col corpo spaziale al quale facevano riferimento quegli “articoli misteriosi” riguardanti l’asteroide denominato provvisoriamente “Nibiru”? La frase di Charles Bolden risuona come una melodia stonata e porta a pensare che si tratti davvero dello stesso asteroide, la vogliamo quindi riportare nuovamente: All’inizio ci si aspettava che l’asteroide potesse passare distante dalla Terra, ma è stato spinto inaspettatamente in una traiettoria che gli scienziati definiscono ‘serio percorso di eventi’ (grave course of events)”. Forse il presunto asteroide è stato davvero spinto su di una nuova traiettoria e il motivo di tutto questo potrebbe essere stato causato da una potente forza gravitazionale esercitata da una massa ciclopica in avvicinamento….quella del Pianeta X. Quel che sappiamo è che…ancora oggi quegli articoli scomparsi rimangono un vero mistero.

21/12/2012 . . .CASA SUCCEDERA’ ?

LE PROFEZIE DI NOSTRADAMUS

CASA FARE ?

Rivelazioni dei Maya 2012 ed oltre . . .Riscriveremo la Storia dell’Uomo ?

La persona che ha fatto questo grande annuncio è l’attore messicano Raul Julia-Levy, figlio del famoso attore scomparso Raul Julia (il Gomez de “La Famiglia Addams”, il Mr. Bison di “Street Fighter”, NdA) il quale sarà uno dei produttori di un documentario in questione, “Revelations of the Mayans 2012 and Beyond” nel quale si dice verrano esposte le prove inconfutabili che il popolo Maya ha avuto contatti con gli extraterrestri. Raul Julia-Levy dice di essere venuto a conoscenza di queste informazioni dall’ex-presidente del Messico, Vicente Fox, un amico di famiglia, e che gli ci son voluti quattro anni di telefonate per avere l’OK finale dall’attuale presidente Felipe Calderon.

2012 NON ACCADRA’ NULLA

CHI VIVRA’ VEDRA’ IO DICO CHE LA NATURA AVRA’ SEMPRE IL SOPRAVVENTO

ULTIMISSIMA

 Profezia Maya: il 21 la fine del mondo? «Non a Cisternino»

RIDIAMOCI SOPRA CON CROZZA

INTANTO SONO IN VENDITA I KIT DI SOPRAVVIVENZA

Kit di sopravvivenza, gadget, rifugi sotterranei: impazza nel web la ricerca di una possibile salvezza da parte di chi teme la fine del mondo, che secondo interpretazioni della profezia Maya dovrebbe avvenire tra dieci giorni, il prossimo 21 dicembre. Ci si creda o no, intanto il business è assicurato. E su Youtube sono numerosi i video-guida che spiegano come equipaggiarsi

 I PARADOSSI

23  DICEMBRE  2012 

AVETE VISTO ?  IL  MONDO NON E’ FINITO !   ANCHE QUESTO 21 DICEMBRE E’ PASSATO, PROPRIO COME TRASCORSE LA MEZZANOTTE DELL’ANNO 1000. SPERIAMO CHE SIA FINITO SOLO UN BRUTTO PERIODO. LA TERRA NON E’ ROTOLATA FUORI DALLA SUA ORBITA, IL POLO NORD NON E’ SCIVOLATO SULL’ANTARTIDE, IL SOLE NON CI HA ARROSTITO, NESSUN ASTEROIDE CI HA PRESO DI MIRA. E QUINDI ASPETTIAMO CON FIDUCIA L’ARRIVO DEL 2013 PERCHE’ LA VITA CONTINUI  SEMPRE PER IL MEGLIO . . .DOBBIAMO SOLO RISPETTARE ED AMARE LA NATURA E NON AVERE MAI PIU’ PAURA DI QUESTE NEFANDE E NEFASTE PROFEZIE.

:luigi.melcarne@tin.it 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: