PORTA AEREI ITALIANA CAVOUR

IN VISITA IN CROAZIA

A dare il benvenuto, il 21 novembre, alla Portaerei Cavour in sosta per la prima volta a Gruz- Dubrovnik (Croazia), è stata l’Ambasciatore d’Italia a Zagabria, Emanuela D’Alessandro, in occasione della visita a bordo dell’Unità, accolta dal Comandante del Secondo Gruppo Navale, Contrammiraglio Andrea Gueglio. L’Ambasciatore ha ringraziato la Marina militare per l’attenzione dimostrata nel quadro dell’eccellenti relazioni bilaterali. Politica, economia, cultura e turismo sono tra i fili conduttori dei rapporti che intercorrono tra i due Paesi che affacciano sull’Adriatico, da oltre 10 anni, l’Italia infatti, è il primo partner commerciale della Croazia. La cooperazione in ambito militare, promossa con la Marina croata, ha confermato anche l’ottima sinergia esistente tra le due Forze armate. La Marina Militare ha messo in campo l’eccellenza dei propri mezzi e uomini, rappresentati dal Gruppo Operativo Subacquei, e dalla Brigata Marina San Marco, impegnati in breifing ed esercitazioni dimostrative. Numerose le visite a bordo da parte della popolazione locale e della comunità italiana. E’ il 24 novembre, quando la Portaerei Cavour lascia il suggestivo sorgitore croato, tappa conclusiva della Campagna in Adriatico, durata quasi un mese, che ha visto l’Unità toccare i porti di Trieste, Bari, Ortona e Tivat. Una presenza in grado di fare sistema, di accorciare le distanze e di guardare lontano: lontano oltre l’orizzonte.

ECCO LA GARIBALDI ALTRA MODERNA PORTA-AEREI ITALIANA

VI RICORDO CHE IO HO FATTO IL SERVIZIO MILITARE IN MARINA PER 28 MESI E CONSERVO NEL MIO CUORE STUPENDI E RICORDI . . .COME LA MUSICA DEL SUO STUPENDO INNO

DULCIS IN FUNDO LA PREGHIERA DEL MARINAIO


 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: