TEMPI PASSATI

 COMMENTI LETTI SU F.B RIPORTATI COSI’ COME SCRITTI …SENZA RITOCCHI O CORREZIONI

Io ho tanta nostalgia, c’era la povertà ma avevamo tanta voglia di vivere e di divertirci, io cresciuta negli anni ’60 ricordo con infinita tenerezza i bei tempi che furono, avevamo l’educazione e portavamo rispetto, oggi il progresso ci ha portato tanto benessere, abbiamo quasi tutto, ma non c’è più la stima reciproca, il dialogo, per tanti l’educazione e passata di moda, invece prima bastava lo sguardo dei genitori e ci mettevano in riga, non abbiamo più niente, ci siamo fatti sottomettere dai tempi moderni, capitanati da una tecnologia che ha distrutto la vita di un intero pianeta …Addio vita passata ti porteremo sempre nei nostri ricordi i Nostri Ricordi che non torneranno mai più.

Che bei ricordi proprio con tanta povertà non cerano bagni l’acqua si andava prenderla alla fontana manuale d’inverno si ghiacciava a più volte si e rotta così si rimaneva senza acqua fino a quando venivano ripararla

Veramente.i miei tempi i padri ,partivano domenica notte e tornavano sabato.si comprava la pasta.tre onze (once)di salsa e se c’era qualche coniglio selvatico due grosse patate e due tre grossi agli .e la domenica si mangiava bene,parlo per i fortunati che avevano potuto lavorare,si dice molto meglio prima ,ma quando Mai .non ci tornerei mai più.ha e si mangiava in due in un piatto,no come quelli di oggi ma più grandi,era buono non era buono,ma si faceva la gara chi mangiava di più.ci rubavamo??tra fratelli.quella era Fame.mas tino,anni 40,50…

Che dire erano tempi bellissimiii tutto era unicoo senza malizia non esisteva il pericolo si lasciavano x esempio le chiavi all portone no c’era il pericolo si stava fuori senza paura tutto era magico tutto senza che si pensava male di se stessi ho dell tuo quartiere dove abitavi io qualcosa mi ricordoo tutto era semplice e si ci divertiva e la gente era unica non asociale come adesso Ciao Domenica.

Sono ricordi meravigliosi…si sognava ad occhi aperti ma vivevamo dei momenti indimenticabili si giocava con nulla mangiavano pane passato nello zucchero anche se c’era povertà e le malattie non mancavano…adesso non esiste rispetto,amore , gratitudine, umiltà e tanto altro ancora…invece adesso si ci critica,nasce odio x qualunque cosa gelosia x qualsiasi cosa…insomma era meglio quando si stava peggio…

Quanti ricordi , il cestino x andare allasilo, il fuoco x riscaldarci , il pane con il latte ,il pane con lo zucchero , la letterina x i nostri genitori che mettevamo sotto il piatto a natale ecc,ecc belli ricordi si passava il natale in famiglia e x dolce non mancavano i cudrureddi con dentro i fichi macinate e con le mandorle e la buccia d’arancia si facevano in casa c’era aria di festa Natale

 Io sono cresciuta in quegli anni e di tante cose ho nostalgia…ma non del freddo e della povertà…per quando dignitosa.. se non avete mai passato un inverno in una casa senza riscaldamento, solo con la stufa economica in cucina… Non potete capire.

CHE TENEREZZA !

ECCO LE STORIE PASSATE CHE NON SI DIMENTICANO CHE LASCIANO

 RICORDI DELLA FRANCIA E DI PARIGI

RICORDI INDELEBILI

CHI RICORDA TUTTO SARA’ VECCHIETTO COME ME

ALTRE IMMAGINI  MERAVIGLIOSE DA F.B.

ECCO LE  MUSICHE CORRELATE

CON MUSICHE ITALIANE D’ALTRI TEMPI

RICORDI DEGLI ANNI 50 – 70

LA MITICA VESPA DI QUEL PERIODO

E QUELLE POCHE VOLTE CHE ANDAVAMO AL CINEMA GUARDAVAMO I FILMS DI ANGELO MUSCO

CLICCARE PER VEDERLI

VIDEO E FILMS DI QUEL PERIODO

Tratto dal film del 1953 “Occhio alla palla”  Jerry Lewis e Dean Martin

DULCIS IN FUNDO CON MUSICHE E MELODIE DEL PASSATO


 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: