CONSIDERAZIONI SUGLI EXTRATERRESTRI

E’ ovvio che altri esseri coscienti e consapevoli esistono non solo nella nostra galassia ma in tutto l’Universo e in tutti i luoghi infiniti dei vari Multiversi. Sarebbe stupido pensare il contrario. Data per assodata la loro esistenza, un tempo credevo che queste razze, esseri “umani” o semplicemente “esseri” fossero ostili ed eticamente simili a noi terrestri, cioè immersi in forme (del tutto naturali), sempre diverse di Potere. Ma mi sono dovuto ricredere. Saremmo già carne in scatola per alieni da tempo, se questo fosse vero ci avrebbero già invasi e non farebbero (come alcuni dicono), “tentativi di gestione subdola” nei riguardi di noi terrestri. Devono avere necessariamente un’etica diversa dalla nostra, non invasori, medici ed astronauti – esploratori sicuramente ma non conquistatori, altrimenti l’avrebbero già fatto. Ovviamente mi riferisco al tema “alieni” in senso ampio e non solo in fatto di genetica nei confronti di noi terrestri. Il discorso U.F.O. – alieni credo che sia diventato, ormai, un discorso fondamentale per chi abbia intrapreso una profonda conoscenza di sé stessi. Dato per scontato che queste razze esistono (la vastità infinita degli Universi non può che dirci questo!), resta da capire l’etica di questa “gente”. Tralasciando razze come le nostre o addirittura inferiori bisognerebbe soffermarci, su quell’ ”umanità” in grado di compiere viaggi interstellari. Se la nostra razza ha (ma la cosa mi puzza), solo una manciata di milleni sulle spalle, è probabilissimo, non dico certo ma quasi, che ce ne siano altre con molte epoche ed esperienze dietro di loro. Il discorso dell’evoluzione, secondo le mie fonti e secondo quello che sono arrivato a pensare, è un discorso paritetico tra evoluzione spirituale ed evoluzione tecnologica, le due cose vanno a braccetto. Basti pensare a noi terrestri, la nostra evoluzione tecnologica è prevalentemente usata per lo sviluppo di armi belliche (qui non voglio di certo toccare la politica ma il discorso è più o meno anche questo), se così fosse anche per “loro”, per le razze Più EVOLUTE, il senso e la possibilità di viaggi interstellari si perderebbe e sarebbe proibitivo perchè userebbero, come noi, la tecnologia per autodistruggersi. Lo sviluppo dell’arte medica, della spiritualità e della tecnologia sono fondamentali, così come è fondamentale un alto valore etico per compiere certe imprese e certi viaggi. Ripeto, se avessero voluto attaccarci o conquistarci (senza mezzi subdoli ma direttamente), l’avrebbero già fatto ma questo non è avvenuto.

Annunci

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: